Javascript DHTML Drop Down Menu Powered by dhtml-menu-builder.com
ATTRAZIONI
Le grotte carsiche di Zdenc e Vidovec


Al margine della pianura carsica della Bella krajina si aprono, ad oriente del villaggio di Božakovo, le interessanti grotte carsiche di Vidovec e Zdenc. In corrispondenza del passaggio sul margine della pianura carsica, il torrente si immerge nel sottosuolo carsico, in superficie resta invece una ben visibile dolina asciutta. Seguiamola fino alla grotta di Vidovec, ove il torrente nuovamente risgorga e fluisce in superficie nella vicina, profondamente incisa, dolina del fiume Kolpa.
 
Božakovo e' l'ultimo villaggio della Bela krajina lungo il fiume Kolpa, prima che questi abbandoni la Slovenia. Si estende sul ciglio della terrazza fluviale sotto la quale il fiume Kolpa ha inciso una profonda dolina fluviale con l'alta »Magdalenska stena« (la parete di Maddalena). Nel villaggio merita particolarmente una visita la chiesa barocca della Santa Maddalena, per la prima volta, gia' nell'anno 1334 e la cappella di Maria Ausiliatrice nelle immediate vicinanze del paese. La peculiarita' del villaggio e' la cantina vitivinicola comunitaria, dove i paesani di sera si riuniscono e bevono il loro vino »na pol drugo«, il che significa: ne bevi un litro e in autonno ne restituisci un litro e mezzo. I membri della comunita' pagano anche una quota associativa, nella misura di 10 litri di mosto, un po' prima della »Festa di San Martino« (11. Novembre). Il vino viene curato dal cantiniere del villaggio che pure lo vende ai visitatori della comunita'.
 
La grotta sorgiva di Zdenc, con la statua di Maria di Lourdes, e'una delle piu' ben custodite grotte sorgive della Bela krajina, che testimonia gli stretti legami di un tempo della gente alle fonti carsiche. La piccola sorgente, che fluisce dalla grotta sotto il villaggio, e' stata sbarrata dai nativi, che, all'entrata murata, si apre una grotta sorgiva lunga 78 metri, che e' stata, modellata dall'affluente sotterraneo del torrente Vidovec. Il passaggio sotterraneo, con il poco profondo letto del ruscello, e' all'inizio ampio, nella sua continuazione pero', in corrispondenza della crepatura, si restringe sempre di piu'. Nella parte terminale, al di la' della barriera fluviale artificiale, si raccoglie l'acqua sotterranea, che viene convogliata da una conduttura fino all'entrata. Le pareti sono soltanto qui e la' ricoperte da calcare, nella parte finale risalta una pila calcarea semicircolare.
 
La grotta di Vidovec e', con i suoi 270 metri, la piu' lunga grotta acquatica della Bela krajina. L'ingresso alla grotta e'indicato da un riparo roccioso, dietro il quale si apre l'ampio salone d'entrata. Lo spazio sotterraneo prosegue per un angusto passaggio acquatico, che termina con un sifone. La pareti modellate dall'erosione sono coperte da calcare in modo piu' marcato solo nella parte d'ingresso, il suolo nella grotta e' invece ricoperto da spessi strati d'argilla alluvionale, che rendono impossibile la visita della grotta senza le necessarie attrezzature speleologiche. L'acqua sotterranea, a causa del ricco deposito di sostanze organiche, e'popolata soprattutto da animali di superficie e da animali sotterranei meno adattati alla vita sotterranea.